Chi è e cosa fa il Welfare Specialist

Se la pandemia ci ha lasciato qualcosa di positivo è senz’altro l’importante salto di qualità del welfare aziendale a seguito di questa crisi: per rispondere alle nuove esigenze dei lavoratori è aumentato il numero di imprese che offrono piani di welfare ai dipendenti, il ventaglio di offerte, servizi e iniziative si è arricchito e si è rafforzata la consapevolezza del nuovo ruolo sociale delle aziende. Grazie infatti alla capacità delle organizzazioni di raggiungere le famiglie e di rispondere al bisogno dei lavoratori di trovare un nuovo equilibrio tra vita privata e professionale, le aziende stanno rappresentando sempre più un sostegno per la comunità.


IL BENESSERE AL CENTRO

Ecco quindi che la figura del Welfare Specialist acquisisce un ruolo chiave nella rivoluzione in atto nel mercato lavorativo e nella vita aziendale. Si tratta di una figura manageriale il cui compito è quello di far convergere l’interesse dell’azienda e dei dipendenti ideando strategie per migliorare la qualità della vita dei lavoratori sia durante l’orario lavorativo che fuori. L’obiettivo è sempre il benessere del lavoratore a 360 gradi, nella sua salute psico-fisica, emotiva, sociale ed etica, perché solo una persona motivata e soddisfatta della propria vita privata e professionale può essere un lavoratore energico e creativo in grado di dare un contributo di valore all’azienda.


I COMPITI DEL WELFARE SPECIALIST

L’ambito di intervento del Welfare Specialist è molto ampio e si estende dall’ideazione del progetto di welfare fino alla sua realizzazione operativa e gestione quotidiana.
Nel concreto, il suo lavoro si può riassumere nelle seguenti attività:

– Coordinamento con l’ufficio delle Risorse Umane e i vertici aziendali per la definizione di una strategia e un programma di welfare aziendale
– Organizzazione e attuazione delle attività e iniziative, gestione dei fondi e delle relazioni con interlocutori esterni (come fornitori, partner e clienti)
– Analisi dei feedback da parte dei dipendenti ed eventuale studio di miglioramenti e implementazioni


L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE

È evidente che il ruolo di Welfare Specialist necessita di un bagaglio di competenze molto trasversale, in quanto questa figura deve interagire con numerosi interlocutori a diversi livelli (dal CEO al fornitore più piccolo) e mettere in gioco non solo competenze tecniche, amministrative e normative ma anche abilità comunicative e relazionali.
Dal momento che opera all’interno di un quadro normativo in continua evoluzione, la formazione professionale continua rappresenta un elemento essenziale nella carriera di un Welfare Specialist. Rimanere costantemente aggiornato e arricchire il proprio bagaglio con nuove competenze e approcci innovativi consente infatti al manager di individuare le soluzioni più efficaci in un contesto molto dinamico.

Per supportare la crescita di questi professionisti, Tuttowelfare.info ha lanciato la seconda edizione del suo Corso per Welfare Specialist finalizzato a fornire ai partecipanti un set di conoscenze, strumenti e metodi necessari per sostenere competenze di gestione di sistemi di welfare ispirati a modelli innovativi di gestione delle risorse umane.

 

About the Author /

redazione@mediainteractive.it