IBL_Banca

Stare bene al lavoro come a casa

Aumento di produttività e attaccamento del personale all’azienda. Sono questi gli obiettivi (raggiunti) del piano di welfare di IBL Banca.

 

Sostenibilità, famiglia e welfare aziendale sono tre temi centrali nella gestione delle risorse umane di IBL Banca, gruppo bancario leader in Italia nel settore della cessione del quinto dello stipendio e molto attivo nelle politiche di crescita e formazione.

 

“IBL Banca è molto attenta all’impianto di welfare aziendale, cui vengono dedicati investimenti significativi”, dice Giuseppina Baffi, Responsabile Risorse Umane e Relazioni Istituzionali di IBL Banca. “Stiamo implementando le iniziative che possono contribuire al benessere dei nostri dipendenti, sia nella vita quotidiana sia in circostanze particolari, nelle piccole e grandi cose”.

 

Come spiega la manager, l’organizzazione guarda “alla persona nel suo insieme”, senza dimenticare tutto ciò che ruota intorno alla comunità: “Crediamo che le aziende e i singoli possano fare la differenza. Va in questa direzione, per esempio, la distribuzione della bottiglia alternativa alla plastica, un piccolo segnale accolto con grande favore al nostro interno. Siamo una realtà che offre servizi e prodotti per le famiglie, ma siamo anche una ‘famiglia’ e i dipendenti sono il motore del nostro successo e della crescita”.

 

Rispetto alla borraccia, un trend che sta diffondendosi rapidamente nel nostro Paese, IBL Banca aveva calcolato che nei suoi uffici e sedi venivano utilizzate circa 325mila bottiglie d’acqua all’anno; da qui la decisione di regalare a ogni dipendente una bottiglia in alluminio, per contribuire alla diminuzione della plastica usa e getta e alla diffusione della cultura del riuso.

 

Attenzione al rapporto tra vita lavorativa e privata del personale

 

La banca è molto attenta al benessere dei suoi dipendenti, anche nella gestione del rapporto tra vita professionale e personale. Una scelta in questo senso è anche l’apertura a forme di Smart working che consentano ai dipendenti, soprattutto in determinati periodi della vita, di lavorare in una struttura diversa dall’ufficio.

 

Più in particolare, a livello di sostegno alla genitorialità sono già in corso diverse attività. Lo staff, oltre al “bonus bebè” rappresentato da un contributo economico di 500 euro, riceve un kit contenente una guida con tutte le informazioni su congedi maternità e paternità, parentali e sulle indennità per i riposi giornalieri e sulle attività di cui i genitori possono usufruire, pensate per aiutarli a meglio coniugare vita personale e vita professionale. Ad accompagnare la guida, doni di benvenuto per i bimbi: scarpine, asciugamano e un bassotto di peluche, mascotte ispirata al testimonial di prodotto della banca.

 

Sono inoltre state varate nuove modalità di accesso e fruizione del part time per un migliore equilibrio tra vita lavorativa e vita familiare soprattutto in situazioni particolari o considerate prioritarie. Tra queste, la presenza di figli con età fino ai 13 anni. Per le neomamme al rientro dalla maternità IBL Banca organizza anche il programma Back to Work che ruota intorno alla maternità come valore aggiunto, che rafforza skill importanti a livello professionale. Questa iniziativa prevede di approfondire alcuni temi con il supporto di un’esperta di sistemi di gestione delle Risorse Umane.

 

Sostegno alla genitorialità

 

Per i figli dei dipendenti sono organizzati soggiorni in centri estivi convenzionati, a costi agevolati e con la partecipazione economica dell’azienda: l’iniziativa IBLforKids – che già durante l’anno presenta un programma di visite guidate, mostre, spettacoli e corsi di cucina – è rafforzata quindi nel periodo estivo con campi vacanza ludico sportivi e residenziali, in città, al mare e in montagna.  La banca ha inoltre sposato da tempo il progetto di fare conoscere ai bambini il posto di lavoro dei genitori, organizzando oramai da tre anni una giornata in cui i figli del personale, dopo aver visitato gli uffici, vengono coinvolti in diverse attività.

 

Dal punto di vista dell’intrattenimento esiste la struttura IBLforYou, che promuove un piano di iniziative di tipo culturale, ricreativo e sportivo, per favorire il benessere individuale e le occasioni di condivisione e rafforzamento delle relazioni umane tra i dipendenti in contesti extra professionali, coinvolgendo anche le famiglie. Nel 2018 sono stati organizzati circa 160 eventi.

 

“Tutte queste iniziative portano a un riscontro tangibile nell’aumento di produttività, nell’attaccamento del personale all’azienda e soprattutto nel basso turnover”, spiega Baffi. “È un nostro auspicio che una persona selezionata, scelta e formata da noi rimanga in azienda più tempo possibile. I vantaggi sono molteplici: i dipendenti sono soddisfatti, raggiungono via via un livello di conoscenza profondo dell’azienda e crescono in un contesto stimolante, in un patto reciproco di supporto e scambio professionale”.

About the Author /

elisa.marasca@este.it