Welfare aziendale e Premi di risultato: cosa cambia nel 2020

Dalle nuove tassazioni alle modifiche dagli accordi. Le novità sui Pdr alla luce dell’ultima circolare dell’Agenzia delle Entrate. Tuttowelfare.info e la casa editrice ESTE organizzano un seminario con Diego Paciello.

 

La detassazione dei Premi di risultato (Pdr) è possibile con obiettivi stabiliti in anticipo, cioè anche quando l’accordo sindacale viene siglato tardi rispetto all’inizio del periodo definito per la misurazione dell’incremento dei risultati. Lo ha stabilito la Risoluzione 36/E del 26 giugno 2020. L’Agenzia delle Entrate ha positivamente risolto i dubbi interpretativi emersi a seguito della precedente risposta all’interpello 456 del 31 ottobre 2019, chiarendo che la data di sottoscrizione del contratto aziendale non ha necessariamente effetti diretti sulla determinazione dell’ammontare del Pdr detassabile.

 

L’Amministrazione finanziaria ha ribadito che non c’è una data ultima oltre la quale le società non possano sottoscrivere un accordo e applicare la normativa agevolata, essendo sufficiente che i criteri di misurazione siano determinati con ragionevole anticipo rispetto all’eventuale produttività futura non ancora realizzatasi.

 

La circolare chiarisce gli aspetti, ma per approfondire tutte le sue applicazioni è utile confrontarsi con esperti in materia. Per questo il 30 luglio 2020, dalle 14.30 alle 17.30, Tuttowelfare.info organizza un seminario con l’obiettivo di comprendere se e quando un Pdr sia detassabile, nonché quali siano le conseguenze in caso di modifica dell’accordo in corso di vigenza dello stesso.

 

ISCRIVITI AL SEMINARIO SULLE NOVITÀ DEL PREMIO DI RISULTATO 

 

Il seminario vuole essere un’occasione per comprendere le opportunità nate dalla Risoluzione, che viene interpretata sia in ottica di evoluzione dei Pdr esistenti sia di sistemazione delle situazioni pregresse, tra cui la discussa risposta all’interpello 456 del 31 ottobre 2019. La Risoluzione, pur avendo chiarito la condizione dei vecchi premi, ha lasciato una finestra aperta sulla potenziale modifica e ristrutturazione dei premi di risultato presenti e futuri. Le linee guida dell’Agenzia delle Entrate, infatti, lasciano spazio a interpretazioni e proposte per i prossimi mesi.

 

Il seminario è tenuto da Diego Paciello, dottore commercialista revisore dei conti e consulente fiscale per l’introduzione di misure di welfare aziendale e armonizzazione fiscale dei benefit aziendali, Responsabile dell’area fiscale, Welfare, Compensation and Benefits di Toffoletto De Luca Tomajo e Soci. Paciello è esperto di progettazione e implementazione di progetti complessi di flexible benefit e relativi sistemi a supporto (business analytics e gestione documentale) e consulente e formatore in materia fiscale e di welfare aziendale dal giugno 2012 nel progetto La.Fem.Me, progetto promosso da Italia Lavoro Spa che ha avuto in affidamento dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali l’incarico di realizzare un intervento funzionale a promuovere un aumento della partecipazione femminile al lavoro.

About the Author /

redazione@mediainteractive.it